Massimo Macrì

violoncello

Inizia i suoi studi musicali al conservatorio di S.Cecilia con i maestri Selmi, Baldovino. Seguono i corsi con Andrè Navarra ed infine per lungo periodo con Siegfried Palm in italia e Germania.
Premiato in vari concorsi consegue il ”Cimento D’oro” per la musica classica.

Come primo violoncello ha suonato nell’orchestra dell’Arena di Verona, della Rai di Milano, della Rai di Roma.
 Ha collaborato come primo violoncello con l’Orchestra Nazionale di S. Cecilia, Orchestra Sinfonica di Barcellona, di Tenerife, con la Bayerisches Rundfunk Orchester di Monaco di Baviera, con la Filarmonica della Scala.


È il primo violoncello solista dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai
Ha suonato e collaborato sotto la direzione dei più importanti direttori d’orchestra del nostro tempo come Bernstein, Bichkov, Conlon, Chailly, Giulini, Inbal, Maazel , Metha, Pretre, Sawallisch, Sinopoli, Tate, anche nei grandi assolo del repertorio lirico sinfonico.

Ha registrato per la Rai i concerti di Boccherini, Bloch, Danzi, Fedele, Ghedini, Gulda, Haydn, Mannino, Strauss (Don Chisciotte ), le concertanti di Haydn e Bach.

Per la Radiotelevisione Turca con Gurer Aykal i concerti di Bloch, Haydn, Gulda, Schumann, Respighi, numerosi i concerti da camera registrati per Rai, Suisse Romande.

Tiene Master Class in Italia Brasile, Argentina, Spagna, Giappone
.
La discografia personale comprende:

Per Ediz.Bongiovanni musiche di Goffredo Petrassi

Per Videoraradio Rai il concerto in Re maggiore di Haydn, quartetto e quintetto di Mozart, la serenata di Rossini

Per Fone’ il trio di Furtwangler,

per Naxos un cd -violoncello e pianoforte -con autori del novecento storico italiano ( Petrassi Cilea ,Fuga ).
.....Conosco ed amo il fantastico violoncellista Massimo Macrì, che ha qualita’ straordinarie: una profonda musicalita’ un suono di una bellezza eccezionale ed una tecnica
 eccellente.possiede tutti i doni per
 occupare un posto degno del più alto riconoscimento tra i solisti di violoncello ....( Msitilav
 Rostropovich 2001)

Docente dal 2006 al 2018 di violoncello al
 Conservatorio Giuseppe Verdi di
 Torino,
 suona su un violoncello di
 Giovanni Gagliano - Napoli1800 ed
 un Gaetano Antoniazzi - Milano
1887.