Giovanni Caruso

musica elettronica


GIOVANNI CARUSO

Ha compiuto gli studi musicali di pianoforte e composizione, diplomandosi successivamente in chitarra classica nel 1988 presso il Conservatorio Musicale ‘T. Schipa’ di Lecce. Dal 1990 ha ampliato il proprio repertorio dedicandosi allo studio del liuto rinascimentale e barocco, della tecnica vocale, della direzione di coro e
d’orchestra. Si è perfezionato in direzione d’orchestra presso l’Accademia Musicale Pescarese con Gilberto Serembe e Donato Renzetti. Ha fondato e dirige diverse formazioni vocali specializzate in repertorio antico e romantico, collaborando con cantanti di chiara fama (Furio Zanasi, Sharon Rostorf-Zamir, Monica Benvenuti, Alice Quintavalla, Silvia Pasini). In qualità di direttore, producer, chitarrista e liutista ha realizzato numerose incisioni discografiche per le etichette Brilliant Classics, Piano Classics, Da Vinci, Tactus, Stradivarius, Naxos, Toccata Classics, Arcophon, Vigiesse e per la Radio Rai. È stato insignito del primo premio di chitarra classica nel April Spring Festival di Pyongyang (Corea del Nord) e nel concorso ‘P. Taraffo’ di Genova. Con la sua orchestra ‘Capella Tiberina’, di recente fondazione, ha eseguito in prima esecuzione assoluta due cantate inedite di Bernardo Pasquini al Festival ‘Anima Mundi’ di Pisa. In qualità di compositore e arrangiatore collabora nella realizzazione di colonne sonore e musiche per vari organici (strumenti antichi e moderni, coro, orchestra) in ambito cinematografico e televisivo. Ha pubblicato con RaiTrade, Flipper Music e collaborato con Opel Automobili. Ha fondato e dirige l’Ensemble Vocale Flos florum, con repertorio che spazia dalla polifonia fiamminga a quella contemporanea. Svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero. Gli è stato recentemente conferito il “Premio Musica Jean Coste” in quanto musicista romano di grande talento.

Ideatore del progetto "Easymusic" che avvicina i giovani alla musica attraverso l'elettronica creativa con semplici strumenti come uno smarthphone,un computer, con i quali comporre dalla suoneria al gingle pubblicitario fino alla colonna sonora.